Nei giorni 27 giugno e fino al 2 luglio il Superiore provinciale è in visita alle Comunità della Calabria e della Sicilia. Come già per le altre Comunità della Provincia, si è trattato della prima visita dopo il lungo blocco vissuto a causa della pandemia da COVID-19.

L’occasione è stata utile anzitutto per constatare e ringraziare il Signore per la buona salute che tutti (religiosi, collaboratori e assistiti) hanno goduto e godono. Ma è stato anche utile tastare il polso della ripresa, anche se le Comunità in parola hanno continuato la loro attività di accoglienza dei minori loro affidati… che non potevano tornare a casa. E’ stata quindi un’occasione anche per verificare come abbia funzionato egregiamente il servizio nonostante le tante limitazioni imposte. Ancora una volta le Comunità dei figli di Padre Monti sono state un rifugio sicuro per i piccoli loro affidati. Naturalmente è stata necessaria tanta pazienza, dedizione e fantasia per trasformare anche la brutta situazione pandemica in un’esperienza di accompagnamento e di crescita. Pare che, grazie al lavoro e alla collaborazione di tutti, ci siano riusciti!