Il 21 giugno 1898 Luigi Monti, fondatore della Congregazione dei Figli dell’Immacolata Concezione, inaugurava a Cantù una casa per orfani, raccomandando ai suoi religiosi di trattarli come figli, come il bene più prezioso loro affidato. È nella memoria di quel giorno che, anche quest’anno, si è celebrata – nella cittadina brianzola famosa per i mobili e  per l’imprenditorialità dei suoi abitanti – la “giornata di Padre Monti” 2020. Si tratta di un’iniziativa, promossa dall’ultimo capitolo provinciale, che intende ravvivare, in ogni luogo dove è presente l’opera dei religiosi di Padre Monti, il legame con il carisma originario, promuovere la conoscenza e la vita di santità del Beato e trarne nuovi spunti per rinnovare l’impegno di donazione e di testimonianza dell’amore di Dio per i più piccoli e i poveri. Cantù fu l’ultima casa aperta dal Padre Fondatore durante la sua vita terrena, ed è da qui che parte la “ruota della memoria” che ci consente di leggere anche le vicende odierne come momenti di una storia di salvezza che ancora continua. Non hanno scoraggiato i religiosi della comunità canturina nè gli affezionati frequentatori della casa le pur “fastidiose” misure di prevenzione e di prudenza imposte dalla pandemia ancora in corso. Per tale motivo si è trattato di una festa in tono semplice, ma sentito. Al mattino ha presieduto l’Eucarestia domenicale il Superiore provinciale; una mostra fotografica essenziale – allestita negli ampi corridoi della casa – ha permesso di rivisitare a grandi linee la storia dell’Istituto e fare memoria dei tanti confratelli che qui hanno operato. Al pranzo fraterno si sono uniti i Fratelli delle vicine comunità di Saronno e Bovisio: ognuno portando nel cuore i segni concreti di un carisma che non ha bisogno di fuochi d’artificio per farsi presente e attivo nei luoghi dove c’è bisogno. Ha fatto seguito, a cura dei ragazzi ospiti della casa, una simpatica gara di cucina e di testimonianze sulla vita quotidiana durante la pandemia: a tratti davvero commovente! Prossima tappa a Bovisio, paese natale di Luigi Maria Monti, il 24 luglio, giorno della nascita del Beato!