La  IV Domenica di Pasqua, conosciuta anche come Domenica del Buon Pastore, la Chiesa celebra – ogni anno – la Giornata Mondiale di preghiera per le vocazioni. E’ un appuntamento a cui siamo invitati a partecipare – come credenti e consacrati – per offrire il nostro contributo di invocazione e di testimonianza, a partire dalla grata riflessione su quanto Dio ha operato ed opera quotidianamente nella nostra vita.
Ce ne da molteplici ragioni la storia personale di ciascuno di noi, come è facile rendersi conto anche dalla lettura del messaggio di Papa Francesco per questa 57ma giornata, che si celebra Domenica prossima, 3 maggio 2020, e che ha come tema “Le parole della vocazione”. Il Messaggio ruota intorno a queste parole – gratitudine, coraggio, lode – che condensano l’itinerario della risposta dell’uomo alla chiamata di Dio, in qualunque ambito essa si concretizzi.
In questi ulteriori giorni di restrizione dalle attività (speriamo siano gli ultimi o comunque prossimi agli ultimi) non sarà difficile trovare un po’ di tempo per invocare anche noi il Padrone della messe per le nostre (tante) necessità, a partire dalla gratitudine per il dono della chiamata ricevuta.
Con questa particolare intenzione le Comunità della Provincia Italiana della CFIC si raduneranno alle ore 21 di sabato 2 maggio per unirsi in preghiera ed invocare da Dio il dono di nuove e sante vocazioni.
Può essere considerato anche come un invito a “pensarci su” seriamente, se ancora non lo si è fatto…
Chi, tra i nostri lettori, amici o conoscenti…lo desidera, può partecipare, da casa sua,ed unire la sua alla nostra preghiera: ve ne siamo immensamente grati.
A questo scopo potete scaricare dal sito il testo del Messaggio del Papa e il testo di una veglia di preghiera appositamente preparata.
Grazie.
Condividi con i tuoi amici