Le Comunità dei Religiosi Figli dell’Immacolata Concezione sparse nel mondo si apprestano, a partire dal 29 novembre, a celebrare la solennità dell’Immacolata Concezione (8 dicembre) attraverso nove giorni di intensa preghiera, come avviene ogni anno, per tradizione, secondo il mandato del Fondatore P. Luigi Monti. Nella lettera circolare del 23 novembre 1893, il Beato scriveva: “Gran dono al certo e grande onore renderemo alla nostra amorosissima Madre Maria SS.ma Immacolata, se faremo modo di ben prepararci a celebrare la sua Concezione Immacolata col cuore purificato e caldo d’amore verso di Lei. La festa della Concezione Immacolata di nostra Madre desideriamo che sia celebrata con sensi di viva divozione”. Spronati e illuminati dall’esempio del Beato, che invitava i suoi religiosi a chiamarla “Mamma”, i Figli dell’Immacolata Concezione vivono questo tempo con sguardo vigile e attento. Inizia in questi stessi giorni, infatti, il tempo d’avvento, che prepara la venuta del Signore Gesù nella carne. Quale miglior compagnia – se non quella della Madre stessa di Gesù – può aiutarci ad attendere e accogliere il Verbo di Dio che si fa carne?

Insieme cantiamo:

“Maria, tu porta dell’Avvento, Signora del silenzio, sei chiara come aurora, in cuore hai la Parola.
Maria, tu strada del Signore, maestra nel pregare, fanciulla dell’attesa, il Verbo in te riposa.
Maria, tu madre del Messia, per noi dimora sua, sei arca dell’Alleanza, in te Dio è presenza”.

 Per facilitare la preghiera e la partecipazione alla Novena, anche se non in presenza o distanti dalle Comunità, è stato predisposto un sussidio per ogni giorno, che può essere scaricato qui.

Condividi con i tuoi amici