In occasione del 71° anniversario della morte di Fr. Emanuele Stablum (16 marzo 1950) e del 21° anniversario della traslazione della sua salma (16 marzo 2000), il Superiore provinciale ha presieduto l’Eucarestia nella cappella dell’ospedale IDI, dove riposano i resti mortali del Servo di Dio. La memoria mortis di Fr. Emanuele è particolarmente sentita dall’avvio della Causa di beatificazione e canonizzazione del confratello (anno 2000), ed ora particolarmente poichè si è in attesa della dichiarazione delle sue virtù eroiche da parte della Congregazione delle Cause dei Santi. Alla celebrazione erano presenti confratelli delle Comunità di Roma (IDI, Casa generale e Casa provinciale) e un nutrito gruppo di collaboratori e dipendenti dell’ospedale dove Fr. Emanuele ha profuso, per un ventennio, le sue efficaci ed amorevoli cure a beneficio di tanti malati. Al termine della celebrazione tutta l’assemblea ha recitato la preghiera per chiedere l’intercessione del Servo di Dio a vantaggio dei tanti bisognosi di cure che ancora oggi affollano l’ospedale:
“O Padre,fonte della vita, ti ringraziamo per aver concesso al tuo servo Emanuele Stablum,religioso e medico a te consacrato nel nome dell’Immacolata,il dono di sanare il malato nell’anima e nel corpo e di essere pienamente obbedientealla tua volontà nella prova della malattia e nell’ora della morte.Concedi a noi, o Padre, per sua intercessione, di vivere nella fede l’amore verso gli infermi,di godere sempre della salute fisica e spirituale e di ottenere la grazia che in particolare ti domandiamo.Per Gesù Cristo nostro Signore. Amen”.
[modula id=”29736″]
Condividi con i tuoi amici