Il Superiore della Comunità e responsabile delle attività per minori di Cantù e di Erba, Fr. Aldo Genova, ci scrive: “Dopo circa due anni la “compagnia” del Covid, a parte i tanti disagi, ci ha costretto a riscoprire molte cose e a dargli la giusta importanza e il primo su tutti è il giusto utilizzo del tempo.

Dopo un primo periodo di buio totale nell’aspettare che tutto passasse, noi religiosi e gli operatori ci siamo rimboccati le maniche e non abbiamo permesso che la pandemia si impadronisse con la paura del nostro tempo, delle nostre giornate e delle nostre vite.

Infatti, tra un gel e una mascherina, tra una DAD, i tamponi ed i vaccini, abbiamo impegnato i nostri ragazzi accolti nelle Case di Erba e Cantù nelle attività più varie: nel giardinaggio, nella musica, nel realizzare un programma radiofonico, nella costruzione di un pollaio e allevamento galline e con gare di cucina (stile Masterchef) tra i ragazzi.

E proprio dalla cucina abbiamo scelto di ripartire! Ci siamo resi conto che l’occasione della preparazione dei pasti durante le attività di cucina nel periodo più complicato del Covid, ci ha permesso paradossalmente di riscoprire i nostri ragazzi in una dimensione più casalinga e maggiormente unita, proprio quando la pandemia li aveva allontanati dalle loro famiglie e scuole.

Anche questo ci ha convinto della necessità di migliorare la qualità del cibo, dopo un lungo periodo di catering esterno, realizzando una cucina per preparare i pasti in casa per i nostri oltre 100 minori, offrendo un menù migliore, equilibrato secondo le esigenze della loro crescita.

Attraverso la condivisione del cibo si costruiscono le relazioni, ci si conosce sempre di più e ci si racconta quello che è successo durante la giornata.

Tutti a tavola, quindi!

Oltre ai pasti per i nostri ragazzi, prevediamo che la cucina potrà essere utilizzata per eventuali corsi, feste e occasioni di incontro per gruppi organizzati dalla nostra Casa, condividendo con altre persone questo dono.

Nell’avvicinarsi al Santo Natale, ci rivolgiamo ora a tutti Voi per invitarvi a realizzare insieme la nostra cucina partecipando con una donazione che servirà:

Alla ristrutturazione, (lavori di muratura, di idraulica ed elettrici, di rifacimento pavimentazione, di imbiancature).

All’acquisto dei macchinari professionali, ( Forno, Abbattitore, Cuocipasta, Frigorifero e Freezer)”.

L’Associazione “Amici di Padre Monti” sostiene il progetto “Tutti a tavola”. Chi desidera può contribuire alla sua realizzazione anche attraverso il sito www.cfic.it/sostienici   Grazie!

Condividi con i tuoi amici